M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

martedì 11 novembre 2014

Dall'affido familiare all'adozione nazionale il passo può essere breve




Se hai mai pensato che i genitori single affidatari o in coppia, avessero un canale preferenziale per l’eventuale adozione nazionale/internazionale dei loro bambini in affido familiare... ebbene ti sei sbagliato.

Se hai creduto che fosse tutelata la continuità affettiva dei bambini in affido familiare… beh, ti sei sbagliato ancora una volta.

A oggi non è così. 

E non è così al punto tale che il tuo piccolo, già allontanato dalla sua famiglia di origine, e probabilmente “parcheggiato” in una comunità prima di arrivare tra le tue braccia, è lo stesso piccolo che potrebbe essere - una volta dichiarato adottabile -, inserito nuovamente in comunità in attesa di un’adozione nazionale/internazionale o, peggio, di un altro affido familiare.

Eppure, forse, qualcosa sta cambiando: in questi giorni, infatti, la commissione Giustizia del Senato ha approvato un disegno di Legge che modifica la Legge 184/1983.

Ecco quindi che affido familiare e adozione nazionale/internazionale – da sempre considerati come due percorsi diversi e paralleli - potrebbero fondersi in un unico cammino.

Non solo: in questa prospettiva anche i genitori single potrebbero accedere all’adozione nazionale/internazionale dei loro bambini in affido familiare.

Infatti, se la riforma proposta dalla senatrice Francesca Puglisi dovesse passare, i bambini in affido familiare da oltre due anni, una volta dichiarati adottabili, non sarebbero più tolti a chi l’ha cresciuti (in affido) per essere dato in adozione a un’altra coppia giudicata idonea.

La Puglisi, infatti, spiega: “Con la legge 1209 è offerta alla famiglia, o alla persona affidataria che ne faccia richiesta, se corrisponde al superiore interesse del minore, la possibilità di essere considerata in via preferenziale ai fini dell’adozione stessa” (Il Sole 24 ore del 5/11/2014).

Insomma, tutto questo, potrebbe rappresentare l’inizio di una svolta per tutti noi che da sempre pensiamo che i bambini in affido familiare non debbano passare da una famiglia all’altra, o peggio, tenuti in stallo in istituti anonimi.


Inoltre, sempre secondo quello che ha dichiarato la senatrice, anche i genitori single affidatari avrebbero accesso all’adozione nazionale/internazionale.

Insomma, d’improvviso ci si accorge che forse è il caso di legittimare una cosa che sarebbe dovuta essere ovvia e scontata da sempre: e i genitori single affidatari (o in coppia) passerebbero da genitori a tempo, a genitori per sempre! 

Per saperlo… non perdere le prossime modifiche della norma di legge.

Nessun commento:

Posta un commento