M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

lunedì 17 novembre 2014

Un affido leggero per single titubanti


                          
Se hai dubbi o hai paura di non farcela, se ti è ancora difficile vederti tra i neo genitori single affidatari, ma vuoi comunque dare una mano concreta a un bambino in difficoltà, valuta un affido leggero, non rinunciare del tutto!

Decidi di socchiudere la porta di casa, piuttosto che spalancarla totalmente (o lasciarla desolatamente chiusa).

Non è necessario trasformarsi in genitori single affidatari h24, se a malapena riesci a sentirti zia!

Né correre da una parte all’altra con un bambino attaccato alla caviglia...se per scrivere la lista della spesa ancora ti gratti il capo per ore!

L’affido familiare non ti chiede obbligatoriamente un coinvolgimento a tempo pieno, giorno e notte: un bimbo porterà lo spazzolino da denti a casa tua, solo se vorrai e potrai.

Viceversa, quindi, se non ti senti ancora pronta per un affido residenziale, puoi scegliere d'incontrare (e sostenere e aiutare) il tuo piccolo anche poche ore la settimana, o tutti i weekend, o durante i mesi estivi.

Insomma ci sono tante tipologie di affido familiare, occorre solo scegliere quella più adatta a te.

Proprio attraverso questo ventaglio d'ipotesi l'affido leggero ti lascia il tempo necessario per ri-conoscerti tra i genitori single affidatari, affrontando i timori relativi alla realtà quotidiana e dando, finalmente, una risposta a quelle domande che ti hanno sempre assillato: 

Come farò quando il piccolo avrà l’influenza?

E se dovessi averla io?

E se dovessimo stare male tutti e due contemporaneamente? 

E con il mio lavoro come mi organizzo?

Queste sono solo alcune delle domande che ti frullano nella mente.

Le risposte, però, potrai ottenerle solo vivendo un affido familiare proporzionato alle tue possibilità di cuore e di tempo.

E’ molto importante, infatti, che tu, in questa scelta, ti sappia ascoltare e non faccia un passo più lungo della gamba.

Altrimenti potresti cadere e far cadere anche il piccolo che hai accolto.

Prendere in considerazione una formula di affido familiare leggero può essere il giusto modo per scoprire la tua parte genitoriale, la tua eventuale soglia di tolleranza alle “frustrazioni” (!), come la tua capacità di gestire il tempo o la tua rete relazionale di riferimento.
Con poche ore la settimana dedicate al piccolo – nelle quali lo potrai accompagnare a scuola, o aiutare nei compiti, o seguirlo nel tempo libero- mentre abbandonerai le vesti di “single”, offrirai una mano concreta ad una famiglia, e una carezza d’amore ad un bambino che non immagini nemmeno quanto ne abbia bisogno. 

Nessun commento:

Posta un commento