M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

giovedì 23 aprile 2015

Affido per single: che tipo di bambino puoi avere in Affido familiare?

Chi sono i minori in Affido familiare?

Quali bambini possono andare in Affido ai single?

I minori in affido sono tutti quei bimbi o adolescenti che hanno bisogno di un punto di riferimento affettivo, di una stabilità emotiva, di una “mamma” o di un “papà”.

Di un Tuo abbraccio e di un Tuo bacio.

Possono essere italiani o stranieri, neonati o bambini di due-tre anni, fino ad arrivare ai diciassette anni compiuti.

Possono avere problemi di salute o di disabilità più o meno gravi (e accoglierli dipenderà dai limiti che metterai alla tua disponibilità).


Per tracciare una sorta d’identikit dei minori in Affido familiare, ho preso in considerazione un monitoraggio del 31 dicembre 2008 - per quanto datato è uno dei pochi a disposizione! - promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e realizzato dal Centro nazionale di Documentazione per l’Infanzia.

In questo ho esaminato i tratti comuni ai quasi 7.000 minori, in Affido etero o intra familiare, dichiarati su territorio nazionale.

Ecco, quindi, l’identikit del minore che va in Affido familiare:

  • Per lo più appartiene all’infanzia o alla prima adolescenza (anche se è aumentato il numero dei 15-17enni), un’età nella quale la formazione di base è già tracciata e rappresenta il punto di partenza di qualsiasi intervento educativo;
  • Proviene direttamente da una famiglia problematica o da un lungo periodo in istituti;
  • Solitamente non soffre di problemi gravi (disturbi psicologici o di comportamento) anche se si mostra refrattario ad accettare le norme base della convivenza nella nuova famiglia;
  • Nel 49% dei casi si tratta di una femminuccia quindi, nonostante la matematica non sia il mio forte, diciamo che nel 51% sarà maschietto…


Ed ecco, invece, l’identikit del minore che va in Affido ai single.

Inutile dirti che non puoi “scegliere” il bimbo che ti sarà dato in affido; proprio come una madre biologica non può scegliere il bimbo che avrà in grembo per nove mesi.

L’accoppiamento tra Te e il tuo piccolo sarà per opera dei Servizi Sociali secondo un progetto personalizzato sul bambino, nel rispetto delle sue esigenze e di quelle della sua famiglia di origine.

O almeno cosi dovrebbe essere e si spera sarà.

Si rileva comunque che, nonostante la Legge preveda l’Affido ai single, ancora oggi i Servizi Sociali applicano forme “discriminatorie” non solo tra single e coppie, ma anche tra donne single e uomini single.

Infatti, per un Affido residenziale, gli operatori preferiscono la “coppia” piuttosto che Te, genitore single affidatario.

E ancora: ai single tendono a dare un adolescente piuttosto che un bimbo piccolo perché s’ipotizza che un adolescente mal accetterebbe di entrare a far parte di una famiglia già costituita, o comunque di sostenere emotivamente un doppio legame affettivo.

E se comunque dovessero arrivare a darTi un bimbo piccolo, questo dovrà avere alle spalle una famiglia naturale molto presente e poca problematica, in modo che la caratteristica di “temporaneità” dell’Affido familiare sia rispettata.

Se si tratta poi, di un Affido per single uomini saranno accoglienze diurne o part time, quasi mai residenziali e solo, e sempre, con bambini maschi.

Insomma ci sono ancora tanti, troppi, bambini abbandonati a se stessi in istituto.


E solo pochi di loro possono essere salvati da padri o madri single.

Nessun commento:

Posta un commento