M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

giovedì 21 maggio 2015

Affido familiare o adozione in Italia? Chiediti cosa vuoi davvero

by Boians Cho Joo Young

Se stai per scegliere l’affido familiare… pensaci.
Non sceglierlo solo perché, da single, non puoi optare per l’adozione in Italia.

Rifletti e chiediti perché lo stai scegliendo.

E non sceglierlo come possibile “scorciatoia” all’adozione.

Chieditelo onestamente, chieditelo quando il senso di possesso di un bimbo, o il desiderio mancato di essere mamma naturale, ti affligge.

E’ importante che Tu lo faccia per Te e per il piccolo che accompagnerai per un tratto di vita, o forse per sempre.

Anzi, vai oltre e domandati: se anche per i single fosse possibile l’adozione in Italia, deciderei comunque per l’affido familiare?


E se ti senti davvero pronto a scegliere l’affido familiare:

Cosa ti fa sentire pronto ad amare un figlio non tuo?

Perché vuoi stravolgere la tua quotidianità per aprirti a chi, in fondo, non hai nemmeno idea di chi sia?

Cosa ti spinge a desiderare di essere mamma o papà di un figlio già nato, che ha già una famiglia e che, probabilmente, non avrà mai il tuo cognome?

L’adozione in Italia e l’affido familiare partono dallo stesso bisogno/diritto del bambino di avere una famiglia.

Ciononostante la differenza sta nel dare una famiglia a un bimbo “temporaneamente”, o “definitivamente”.

E se anche ormai le cifre dicono che sono sempre più le famiglie affidatarie "sine die", non è detto che il tuo affido familiare si trasformi nel tempo in adozione.

Dunque Tu nel momento stesso in cui scegli l’affido scegli la temporaneità, l’accoglienza per un tempo determinato, il probabile ritorno del Tuo piccolo nella famiglia di origine.

L’adozione in Italia può nascere da una necessità di essere mamma, mentre l’affido familiare è apertura a un Amore incondizionato, senza nulla a pretendere, senza aspettative, un salto nel buio per abbracciare e accogliere l’Altro.

L’adozione dona un figlio a chi desidera essere mamma; l’affido familiare dona una mamma (in più) a un bimbo che ne ha bisogno.

In questo senso mi piace pensare che l’affido familiare metta al centro il bisogno del bambino regalando alle relazioni uno sguardo bimbocentrico!

Per tutto questo, ancora prima di iniziare un percorso di affido familiare, o di adozione in Italia, è necessario che Tu sia onesto con te stesso facendoti quelle domande “scomode” che ti condurranno a prendere una delle decisioni più importanti della tua vita.

Cerca sostegno anche negli operatori dei Servizi sociali di riferimento che potrebbero essere abili (se sei fortunato) a farti conoscere le risposte che, probabilmente, hai già dentro di te.

Nessun commento:

Posta un commento