M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

mercoledì 13 gennaio 2016

Agevolazioni affido: assegni per bambini in affido familiare


Accogliendo bambini in affido familiare godi del diritto di usufruire di alcuni contributi o agevolazioni per affido quali, ad esempio, gli assegni familiari.

Basta tu ne sia al corrente e ne faccia richiesta in modo corretto.
Vediamo come.

Innanzitutto: gli assegni familiari cosa sono e chi può richiederli?

Possiamo definirli come sostegno al reddito elargite dallo Stato attraverso l’INPS, l’Istituto di Previdenza Sociale.

Dunque, solo i lavoratori con contratto di lavoro part time, oppure full time, e in regola con il versamento dei contributi allo Stato, possono richiederli.

Nel particolare caso degli assegni familiari per i bambini in affido poi, sempre che tu sia un lavoratore, puoi disporre dell’ammortizzatore sociale per figli legittimi o legittimati e ad essi equiparati.

I figli “ad essi equiparati” sono considerati gli adottivi, gli affiliati naturali, i figli legalmente riconosciuti, i figli nati da precedente matrimonio dell’altro coniuge, i figli affidati a norma di legge.

Sono accomunati ai “figli affidati” tutti i bambini in affido familiare (o comunque minorenni) prima affidati ai servizi sociali e poi accolti da una famiglia.

Ora vediamo come fare richiesta di queste agevolazioni per affido.

Gli assegni familiari per bambini in affido familiare seguono le stesse regole dei comuni assegni familiari, e la richiesta di sostegno deve basarsi sulle tabelle emanate dall’INPS annualmente.

Puoi presentare richiesta all’INPS per via telematica -sempre che tu abbia il PIN personale -, oppure telefonando al Contact Center: da rete fissa componendo il numero 803164, da telefono cellulare il numero 06164164.


Se invece sentissi la necessità di farti aiutare nell’individuazione delle possibili agevolazioni per l’affido familiare e per la successiva compilazione della domanda, allora puoi rivolgerti al tuo patronato di riferimento, purché abilitato alla compilazione delle richieste e all’invio telematico. 

Nessun commento:

Posta un commento