M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

lunedì 4 aprile 2016

Primo Concorso nazionale sull’affido familiare!


Per la promozione della cultura dell’affido familiare e dell’accoglienza ecco indetto il primo concorso di poesia e disegno.

Partecipando hai finalmente l’occasione di dare forma alle tue emozioni, specie a quelle vissute durante la tua esperienza d’affido familiare.

Che cosa aspetti quindi?

Invia un disegno o una poesia entro il primo maggio 2016 e contribuisci a tutelare il diritto di ogni bambino a crescere in una famiglia!

Con l’affido, infatti, il “minore” si riprende i suoi diritti di bambino: avere un’altra famiglia su cui poter contare può essere vitale.

Eppure, in Italia, si continua a investire poco nell’assistenza intrafamiliare e nell’affido familiare.

Si continua volontariamente a ignorare quella che potrebbe essere una valida alternativa all’adozione nazionale/internazionale, e una concreta opportunità di genitorialità al singolare.

Non c’è, infatti, alcuna discriminante: tutti (single, coppie di fatto, sposate, etero, omo…) possono tendere la propria mano a un bimbo, secondo il proprio tempo e disponibilità.

Infatti, puoi prendere in affido un bimbo aprendogli la tua porta di casa, come accompagnandolo a scuola tutte le mattine, piuttosto che aiutandolo nei compiti alcuni pomeriggi la settimana.

E lo puoi fare per un breve periodo - come per sempre - costruendo un rapporto unico con il tuo piccolo.

Un rapporto ormai tutelato dalla legge 173 che ne garantisce la continuità anche se il minore dovesse rientrare nella sua famiglia naturale.

Dunque, nell’affido familiare il rapporto che nasce tra affidatario e minore è tutelato.

Allora non aspettare: invia poesie o disegni entro il giorno 1 maggio 2016 all’indirizzo email concorso@versidincontro.it

Per qualsiasi altra informazione, invece, visita il sito www.versidincontro.it

Nessun commento:

Posta un commento