M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

mercoledì 19 ottobre 2016

Il Tavolo Nazionale Affido e l'emergenza MSNA (Parte I)


Il Tavolo Nazionale Affido affronta l’emergenza MSNA (minori stranieri non accompagnati) appellandosi al più che mai necessario sostegno alle famiglie accoglienti.

L’affido familiare, come risposta, è possibile “ma nella consapevolezza che è necessario garantire condizioni di praticabilità reali”.


I DATI GENERALI

Allo scopo utilizziamo i dati riportati nel 9° Report di Monitoraggio dello stato di attuazione della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia in Italia.

Nel 2015 sono arrivati in Italia, principalmente nel porto di Augusta (SR), a seguito di soccorso in mare, 153.842 migranti compresi 16.362 minori, di cui 12.272 non accompagnati.

Rispetto al 2014, il trend degli arrivi di MSNA, per la maggior parte ragazzi tra i 15 e i 17 anni, è rimasto sostanzialmente invariato (pari al 7,9% del totale di migranti nel 2015 e al 7,6% nel 2014), pur essendo diminuito in termini numerici (ne erano arrivati 13.026 nel 2014).

Per quanto riguarda le nazionalità, si è rilevata una diminuzione negli arrivi di MSNA eritrei, egiziani e somali, che restano comunque la maggioranza (rispettivamente 3.089, 1.711, 1.296 nel 2015 e 3.394, 2.007 e 1.481 nel 2014), e un significativo aumento di MSNA, tra cui anche ragazze, originari della Nigeria (1.006 nel 2015 e 461 nel 2014).

Al 31 dicembre 2015 erano stati segnalati al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e risultavano essere ancora presenti sul territorio nazionale 11.921 MSNA, per la maggior parte maschi (95,4%) di 16-17 anni (81,2%) e originari di Egitto, Albania, Eritrea e Gambia. Alla stessa data risultavano invece essere irreperibili 6.135 MSNA, per la maggior parte somali ed eritrei, c.d. “minori in transito”, diretti verso altri Paesi europei.

 

L’ACCOGLIENZA IN COMUNITÀ E IN AFFIDO FAMILIARE

Il fenomeno dei Minorenni stranieri (sia “accompagnati” che “non accompagnati”) inseriti in comunità o in affido familiare è il seguente (dati del 9° report di monitoraggio dello stato di attuazione della CRC in Italia): al 31.12.2013 secondo la rilevazione ISTAT sono 6.825 (di cui il 68% maschi) e corrispondono al 6,3 per mille dei residenti stranieri di pari età e al 39% del totale dei minorenni ospiti nei presidi, prevalentemente maschi. 

In tale contesto, i valori più elevati di MSNA si registrano in Molise (31 ogni 1000), Sicilia (20 ogni 1000), Provincia autonoma di Trento (15,7 ogni 1000), Lazio (10,1 ogni 1000), Basilicata (16,1 ogni 1000), Calabria e Puglia (entrambe 11,4 per mille). 

La rilevazione sui dati al 31.12.2014 realizzata dall’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza emerge che relativamente alla cittadinanza, il 57% dei minorenni in comunità sono italiani mentre il 43% sono stranieri di cui circa il 50% (uno su due) sono MSNA con una presenza maschile pari al 94,5%. 

Si segnala quindi un trend in crescita relativamente ai minorenni stranieri che raggiungono un rapporto molto vicino a uno a uno. 

Decisamente elevata e crescente si presenta la percentuale di affidi di minorenni stranieri: rappresentavano il 16,6% degli affidati; e il 16,2% di loro, cioè il 2,7% del totale dei minori in affido, sono MSNA. 

Nessun commento:

Posta un commento