M'aMa-Dalla Parte dei Bambini

Per Contattarmi:



Scrivimi a karin@affidiamoci.com o chiamami al 339/8322065
Sarò felice di darti tutte le informazioni e l'ascolto che meriti!

giovedì 11 ottobre 2018

Salotto M'aMa di Roma,Sabato 27 Ottobre: Incontro sull'Affido Familiare


Per chi sta muovendo i primi passi nel "magico" mondo dell’Affidamento Familiare le Associazioni M'aMa-Dalla Parte dei Bambini e ANFAA (Associazione nazionale famiglie adottive e affidatarie) hanno organizzato un

INCONTRO INFORMATIVO SULL’AFFIDAMENTO FAMILIARE

Se ti stai chiedendo cosa devi fare per poter accogliere un bambino, in cosa consiste l’affido familiare, cosa puoi aspettarti...allora SABATO 27 OTTOBRE, alle ore 16.30 nel "Salotto M'aMa" di via Nicolò Terzo 10, a Roma, partecipa al nostro gruppo.

L’incontro è aperto a tutti: single, coppie sposate e conviventi, con e senza figli.

Ti aspettiamo:)

PERCHE’ INSIEME E’ MEGLIO E DA SOLI NON SI PUO’!


Per info e prenotazioni:
Cell. 339/8322065





PROGRAMMA DELLA GIORNATA DI SABATO 27 OTTOBRE:

Nel SALOTTO M’aMa con il GRUPPO informaAFFIDO parliamo di cose serie



Le MammeMatte abbandonano l’idea della sede ufficiale nella quale in-formare e sostenere le famiglie sull’affido e aprono i loro “salotti”, in linea con l’accoglienza e la familiarità in cui credono.
Nasce il SALOTTO M’AMA quale “spazio protetto” nel quale, i single e le coppie di affidatari (e aspiranti tali), con l’aiuto di un operatore, condividono esperienze e informazioni utili.

L’associazione M’aMa-Dalla Parte dei Bambini (anche conosciuta come la “rete delle MameMatte”) in collaborazione con l’ANFAA (sezione Roma), da febbraio 2018, ha raccolto la richiesta da parte del territorio laziale di creare un momento di condivisione e confronto delle proprie esperienze in un ambiente informale e intimo, in orari e giornate accessibili anche ai lavoratori, al fine di creare una rete solida e solidale prima e durante l’esperienza di affido, tra persone che condividono lo stesso vissuto.

Spesso la mancanza di conoscenza dell’istituto giuridico dell’affido è il principale ostacolo all’aumento del numero di accoglienze, dunque la fase della sensibilizzazione è importante perché dà la possibilità ad una famiglia (single, coppia sposata o convivente) di ricevere non solo le informazioni necessarie per intraprendere questo percorso ma anche di ascoltare le storie e le emozioni di chi l’affido lo sta già vivendo.

M’aMa-Dalla Parte dei Bambini propone un incontro informativo sulle caratteristiche fondamentali del percorso di affido eterofamiliare aperto a tutti gli interessati al tema.

Obiettivo principale: rendere le famiglie partecipanti capaci di valutare in modo autonomo se cominciare il percorso formativo nelle realtà del Comune di riferimento.


Temi trattati durante l’incontro:


  1. Cosa NON è l’affido: facciamo chiarezza
a. inquadramento legislativo
b. ogni affido è a misura di bambino: trova il tuo
Tipologie di affido: Consensuale, giudiziale, residenziale, diurno...il sine die questo sconosciuto(!)


  1. Aggiungi un posto a tavola! In tanti intorno al Tavolo dell’affido:
    1. Il Minore: quel bambino che non ci saremmo mai sognati di accogliere! Chi sono i minori in affido: Dai zero ai 17 anni. Bambini con bisogni speciali, la nostra spina nel cuore; 
    2. la famiglia di origine nella sua presenza assenza;
    3. la famiglia affidataria: l’importanza di accogliere con consapevole leggerezza;
    4. l’Autorità Giudiziaria e i Servizi territoriali sociali e sanitari Luci e ombre;

   3. Per non perdersi nel viaggio dell’affido non serve un navigatore satellitare GPS...basta uno stradario. Il percorso per diventare famiglia affidataria

     
Chiusura dei lavori


All’incontro di sabato 27 ottobre, su richiesta dei partecipanti, seuiranno eventuali incontri di approfondimento su:
L’affido sine die: Tipologie di affido: residenziale, diurno...il sine die questo sconosciuto (!);
La famiglia di origine: Presenza/assenza della famiglia di origine del minore in affido;
Accoglienza di bimbi con bisogni speciali: L’importanza di accogliere con consapevole leggerezza. I bambini con bisogni speciali, la nostra spina nel cuore;
L’accoglienza da parte delle persone singole: Con l’Affido anche un Single può essere Famiglia.


Lavorare in rete richiede la capacità di empatizzare, di mettersi “nei panni dell’altro”, per cercare percorsi e progetti comuni. La rete ha lo scopo di formare, sostenere e accompagnare i nuclei che ne fanno parte. Il clima è accogliente, confortevole: da qui la scelta di un setting familiare come quello di “un salotto” di casa in cui raccontare i propri vissuti ed esperienze quotidiane. Attraverso il confronto, le famiglie affidatarie possono imparare a vedere le varie situazioni in cui si trovano attraverso “occhi diversi”. È attivo ed efficiente anche un gruppo WhatsApp in cui è rispettata la privacy di famiglie e minori dove gli iscritti possono condividere gioie e difficoltà attraverso racconti, esperienze e fotografie.

La consapevole leggerezza per le MammeMatte, è una questione seria.
Essere accoglienti, ironiche, autoironiche, utilizzare una comunicazione calda e familiare nella relazione con le famiglie e i single con i quali si confrontano quotidianamente, è stata, e continua ad
essere, una scelta più che mai consapevole. Nata come mera strategia di sopravvivenza, oggi è divenuta un vero e proprio gioco relazionale efficace nell’ottimizzare i rapporti interpersonali tanto da potersi considerare uno dei maggiori strumenti operativi utilizzato da M’aMa. Questa modalità di operare, infatti, permette di entrare in-contatto con l’altro, rispettandone i confini e guadagnandone la fiducia.



Nessun commento:

Posta un commento