sabato 11 gennaio 2020

APPELLO Affido e Adozione: SOS Coppie e single affidatari solo Centro Italia



APPELLO Affido e Adozione del 05.01.20


APPELLO AFFIDO SINE DIE (a lungo termine)
Aperto a: coppie e single affidatari
Territorio di riferimento: Centro Italia
Per info scrivi a: karin@affidiamoci.com

o Telefona al 339/8322065

Il 2020 inizia con un APPELLO AFFIDO di due fratellini, e un altro di un adolescente, entrambi diretti solo ed esclusivamente alle regioni del Centro Italia ed entrambi diretti a genitori affidatari già formati dagli enti competenti territoriali.


Ciascun APPELLO Affido e Adozione è pubblicato nel rispetto della privacy del minore, dunque non riporta dati anagrafici nè eventuali specifiche sulle patologie presenti.



1) Il primo APPELLO AFFIDO riguarda due fratelli di 9 e 13 anni che da qualche mese vivono in comunità perchè la loro famiglia non riesce a prendersi cura di loro.

Franco, il più piccolo è un bambino maturo che cerca di vedere sempre il lato positivo in tutte le situazioni e, nonostante sia il più piccolo, fa coraggio al fratello, sperando ogni giorno di poter avere una famiglia tutta per loro.

Valerio, 13 anni, è arrabbiato e sfiduciato, cerca continuamente di attirare l’attenzione su di sé anche attraverso un atteggiamento provocatorio e sfidante, alla costante ricerca di un punto di riferimento che lo rassicuri e contenga. Adora giocare a calcio e sogna di diventare un famoso calciatore.

I Servizi hanno conferito a M’aMa mandato di cercare due coppie affidatarie residenti nel Centro Italia (opportunamente formate dagli enti territoriali) disponibili ad accogliere separatamente i fratelli in affido sine die e garantendo gli incontri periodici con la famiglia di origine e tra loro.

2) Il secondo APPELLO AFFIDO riguarda invece Daniele di 15 anni, in struttura da ben dieci anni perché allontanato dalla sua famiglia di origine per gravi maltrattamenti.

Nonostante tutto Daniele è solare e molto affettuoso.

Seppure con un ritardo cognitivo importante, ha fatto grandi passi in avanti: quando è entrato in comunità non parlava oggi è un gran chiacchierone, frequenta la scuola superiore (anche se permangono difficoltà nel leggere e nello scrivere) e gli piace molto il computer.

In questi anni ha visto i suoi fratelli andar perché accolti in affido e Daniele si chiede perché non arrivi mai una famiglia per lui.

I Servizi hanno conferito a M’aMa mandato di cercare una coppia affidataria (senza figli o con figli già grandi) o una persona singola residenti nel Centro Italia, disponibile ad accogliere il ragazzino in affido sine die garantendo gli incontri periodici con la famiglia di origine.


Precisiamo che AFFIDIamoci (progetto di M’aMa-Dalla Parte dei Bambini), nel divulgare l'APPELLO Affido e Adozione, rimane solo un tramite tra famiglia accogliente e i Servizi sociali che si occupano del minore. L’eventuale abbinamento sarà deciso solo da questi ultimi.


Nessun commento:

Posta un commento