giovedì 19 marzo 2020

APPELLO Affido e Adozione: SOS Single e coppie affidatarie, anche dello stesso sesso




APPELLO Affido e Adozione del 19.03.20

APPELLO AFFIDO SINE DIE (a lungo termine)
Aperto a: coppie e single affidatari, anche dello stesso sesso
Territorio di riferimento: tutta Italia
Per info scrivi a: karin@affidiamoci.com
o Telefona al 339/8322065


L'APPELLO AFFIDO riguarda Matteo, 13 anni, il cui passato difficile gli ha procurato ferite ancora non rimarginate.
Matteo nasce da una famiglia priva di capacità genitoriali adeguate: il suo unico punto di riferimento rimane quindi una zia, che periodicamente tuttora incontra. Proprio per salvaguardare il mantenimento del legame con lei, il ragazzino fino ad oggi si era rifiutato di accettare un progetto di affido familiare.
Ora, resosi più consapevole dei limiti e della difficoltà della sua famiglia, è desideroso di averne una.

I Servizi per il piccolo, hanno conferito a M’aMa mandato di cercare, in tutta Italia, un single o una coppia affidataria (anche dello stesso stesso), opportunamente formati dagli enti territoriali e disponibili ad accogliere Matteo in affido sine die garantendo il mantenimento degli incontri, seppur sporadici, con la zia.

Ogni APPELLO Affido e Adozione è pubblicato nel rispetto della privacy del minore, dunque non riporta dati anagrafici nè eventuali specifiche sulle patologie presenti.

L'APPELLO AFFIDO di Matteo ci racconta un ragazzino che, fino a qualche anno, si relazionava con adulti e pari in modo provocatorio: adesso ha fatto notevoli miglioramenti. Seppure, infatti, nei momenti di maggiore stress, permanga in lui la tendenza a cedere all'impulsività, oggi mostra maggiore autocontrollo.

Più che mai dunque Matteo ha urgenza di una famiglia che lo accolga in affido.


Precisiamo che AFFIDIamoci (progetto di M’aMa-Dalla Parte dei Bambini), nel divulgare l'APPELLO Affido e Adozione, rimane solo un tramite tra famiglia accogliente e i Servizi sociali che si occupano del minore. L’eventuale abbinamento sarà deciso solo da questi ultimi.



Nessun commento:

Posta un commento