martedì 1 dicembre 2020

APPELLO AFFIDO: SOS coppie e single affidatari per due fratellini

 

APPELLO Affido del 01.12.20





APPELLO AFFIDO

Aperto a: genitori affidatari, coppie e persone singole

Territorio di riferimento: centro Italia

Per info scrivi a: karin@affidiamoci.com

o Telefona al 339/8322065


Marzia e Luigi sono due fratelli in attesa di una famiglia che li accolga in affido: i Servizi per loro hanno immaginato l’inserimento in due famiglie differenti sullo stesso territorio (o poco distanti) per garantire la loro frequentazione.


Infatti i bimbi non sono molto legati tra loro, anche per il vissuto difficile che hanno trascorso, quindi pare più importante, nel prossimo futuro, restituirgli un contesto familiare esclusivo.


Se però i piccoli tra loro non pare essere molto legati, lo sono invece alla mamma, che a tutt’oggi vedono in incontri protetti.


Ciascun APPELLO Affido è pubblicato nel rispetto della privacy del minore: non riporta dati anagrafici nè eventuali specifiche sulle patologie presenti.


Marzia, 8 anni, è una bimba magra magra, biondina, carina: gli operatori la definiscono “un peperino”. E’ molto affettuosa e va bene a scuola nonostante proprio in questi mesi le siano stati segnalati dei problemi a livello cognitivo ancora tutti da indagare (forse dovuti solo al trascorso di incuria familiare).

Luigi, 10 anni, al contrario della sorellina, non è un bravissimo scolaro: è iperattivo, ha problemi di concentrazione e seppure sia anche lui molto affettuoso, tollera poco le frustrazioni e le regole.


Il Tribunale per i fratellini ha dato mandato a M’aMa di cercare, solo in centro Italia, due nuclei familiari differenti che garantiscano però la frequentazione tra i fratelli e gli incontri protetti con la mamma.

Possono candidarsi al loro affido coppie e single (opportunamente formati dagli enti territoriali), senza figli.


Precisiamo che AFFIDIamoci (progetto di M’aMa-Dalla Parte dei Bambini), nel divulgare gli Appelli Affido, è solo un tramite tra famiglia accogliente e i Servizi sociali che si occupano del minore. Pertanto l’eventuale abbinamento sarà deciso solo da questi ultimi.



Nessun commento:

Posta un commento