martedì 22 novembre 2022

Storie di amore e bambini in affido familiare: “Una MammaMatta in attesa di quello sguardo”.

 



Silvia è una MammaMatta nel cuore, nell’intenzione, nell’anima. Ancora non ha incontrato lo sguardo del suo bimbo e nell’attesa ha “provato a scrivere quello che passa per la testa” (e nel cuore).




"Ci sono sguardi che brillano,

sguardi che ridono,

sguardi che interrogano,

sguardi che parlano,

sguardi che ti chiedono aiuto

e sguardi che ti dicono

Lasciami, ce la faccio, posso saltare da solo!”

E ancora sguardi che abbracciano

anche senza bisogno delle braccia,

sguardi che rassicurano,

sguardi che accolgono,

che sanno amare e prendersi cura.

Sguardi che ammirano, si meravigliano, scoprono, cercano.

Sguardi tristi, inquieti, arrabbiati con il mondo.

Sguardi che chiedono attenzione, parole, gesti, abbracci,

sguardi che ti “annusano” e ti sfidano,

sguardi che han bisogno di tempo per trovare una

luce, anche fioca ma che sia una luce vera.

Lo sguardo non mente, a quello mi rivolgo dove le

parole non trovano strade.


Il mio desiderio più grande sei tu, ancora non esisti

ma a te rivolgo tutti i miei pensieri.

Ecco cosa desidero.

In attesa del tuo sguardo”.


Silvia (Una MammaMatta in attesa di quello sguardo)











2 commenti: