venerdì 11 giugno 2021

APPELO ADOZIONE: SOS coppie adottive ma anche affidatarie per tre fratellini insieme

 

APPELLO Adozione dell’11. 06.2021




APPELLO ADOZIONE

Aperto a: coppie adottive o affidatarie disponibili all’adozione

Territorio di riferimento: tutta Italia

Per info scrivi a: karin@affidiamoci.com

o Telefona al 339/8322065



Il Tribunale ha segnalato l’urgenza di trovare un’unica famiglia che accolga tre fratellini, molto uniti e legati tra loro, tanto da non poter immaginare di separarli.

I tre bimbi (10, 5 e 2 anni) sono adottabili e lasciano alle spalle un passato di incuria.

La deprivazione cui sono stati oggetto per anni ha segnato la piccola di mezzo che tuttora riporta un seppur lieve ritardo di apprendimento, e reso più ostico il recupero di alcune risorse che il più grande avrebbe potuto avere e che invece oggi non riesce a raggiungere.

La più piccola, quella che per meno tempo ha subito una vita familiare inappropriata, non ha riportato nessun problema, né sanitario né comportamentale.


I tre fratellini, inseparabili, sono adottabili anche se il Tribunale, dando mandato a M’aMa in tutta Italia, ha aperto la candidatura anche alle coppie affidatarie (purché opportunamente formate dai servizi territoriali) e disponibili all’adozione.



Ciascun APPELLO Affido e Adozione è pubblicato nel rispetto della privacy del minore: non riporta dati anagrafici nè eventuali specifiche sulle patologie presenti.

Precisiamo che AFFIDIamoci (progetto di M’aMa-Dalla Parte dei Bambini), nel divulgare gli Appelli Affido e Adozione, è solo un tramite tra famiglia accogliente e i Servizi sociali che si occupano del minore. Pertanto l’eventuale abbinamento sarà deciso solo da questi ultimi.






mercoledì 9 giugno 2021

A SETTEMBRE VII° EDIZIONE ONLINE DEL PERCORSO M'AMA DI PREPARAZIONE ALL'AFFIDO



Sono aperte le iscrizioni alla VII° edizione ONLINE del Percorso in-formAFFIDO Presto...che è tardi! aperto a tutti gli aspiranti affidatari (o ai semplici interessati al tema) dell’intero territorio nazionale: persone singole e coppie, sposate e non, etero e omosessuali.

Il corso Online, a numero chiuso, è previsto per Settembre 2021, chi fosse interessato a partecipare può già prenotarsi scrivendo a: percorsimama@gmail.com

Organizzato dall'associazione M’aMa-Dalla Parte dei Bambini (La Rete delle MammeMatte), il percorso di preparazione all'affido familiare (su piattaforma gratuita Zoom) prevede, nella prima settimana di Giugno 2021, un primo incontro conoscitivo individuale di 30 minuti (giorno e orari da concordare privatamente). Seguiranno tre incontri tematici, in gruppo, di tre ore ciascuno dalle ore 18.00 alle 21.00 condotti da professionisti M’aMa e non, tutti esperti del settore.

Il corso sarà condotto dall’avv. Emilia Russo, Presidente M’aMa-Dalla Parte dei Bambini, e dalla dr.ssa Karin Falconi, Vice presidente M’aMa, counsellor specialista nel sostegno alla genitorialità affidataria.

Interverranno:

dr.ssa Marzia Colace, Pedagogista e Giudice Onorario Tribunale per i Minorenni Catanzaro;

dr.ssa Chiara Bordoni, Assistente sociale Comune di Terni.


In conclusione del percorso la risorsa riceverà un attestato di partecipazione con il quale M'aMa la affiancherà nella ricerca del proprio servizio sociale territoriale, al fine di rientrare nel database delle famiglie affidatarie.

Per info e prenotazioni: percorsimama@gmail.com



Corso M’aMa di preparazione all'Affido

M’aMa-Dalla Parte dei Bambini (ancora più conosciuta come La Rete delle MammeMatte) impegnata da anni nella tutela dei diritti dei minori (anche) con bisogni speciali, continua a rilevare una serie di ostacoli di natura sociale-culturale che impediscono all’affido familiare di affermarsi quale prassi positiva sul territorio.

L’istituto giuridico dell’affido predilige la collocazione dei minori in famiglia (opportunamente formata dagli enti competenti territoriali) rispetto alla loro istituzionalizzazione, e questa pratica virtuosa comporta enormi risparmi (attestati intorno all’80-90%) per le casse dell'amministrazione pubblica: un minore in carico ad una comunità educativa ha un costo giornaliero che grava sulle spese pubbliche per circa 80-100 euro al giorno (minimo), mentre il contributo previsto alla famiglia affidataria in media – secondo cifre variabili in base alle disponibilità economiche delle amministrazioni comunali e alle ore durante le quali il minore è in affido – è di circa 200-400 euro al mese.

Nell’ottica della valorizzazione e promozione della cultura dell’affido M’aMa propone percorsi in-formativi (in sede e online) alle coppie e ai single interessati a diventare genitori affidatari.

Il percorso di preparazione all'affido è aperto a tutti i residenti del territorio nazionale perché troppo spesso, le persone singole e le coppie interessate ad entrare nel database delle famiglie affidatarie, incontrano difficoltà a trovare centri affidi organizzati nella formazione.

Così M’aMa si impegna, terminati gli incontri online, ad affiancare la risorsa che intenderà proseguire il percorso, nella ricerca del proprio servizio sociale territoriale.

Le MammeMatte durante il percorso svelano anche il "dietro le quinte" della realtà dell'affido ponendo particolare attenzione a temi a loro cari come l’accoglienza dei minori con bisogni speciali (bambini di età superiore ai 9 anni, fratrie, bambini con disabilità psicomotorie di media e grave entità, bambini vittime di abusi e maltrattamenti), l’affido a lungo termine (sine die), l’accoglienza da parte di persone singole e coppie omosessuali, M'aMa affronta l'istituto giuridico dell'affidamento non solo nella sua forma teorica, ma nella sua concreta applicazione sulla realtà territoriale nazionale svelando i falsi miti, chi sono davvero i minori istituzionalizzati, quanto dura la loro istituzionalizzazione, pre-giudizi culturali che rallentano gli abbinamenti, criteri valutativi della coppia omosessuale e del single, reali possibilità di abbinamento, tempistica dell'iter. Tutto raccontato dalla voce dei protagonisti: giudici, assistenti sociali, famiglie affidatarie.



Programma:

inFORMIAMOCI…Presto che è tardi!

Tutto quello che avresti voluto sapere sull'Affido...e non ti è stato ancora detto



Incontri individuali conoscitivi con coppie e single interessati.

Conoscenza del vissuto e aspettative dei candidati.

Gli incontri saranno svolti da professionisti dell'associazione M’aMa- Dalla Parte dei Bambini e avranno una durata di 45 minuti a candidato.


Primo incontro:

Conosciamoci! Presentazioni.

Testimonianza di una famiglia affidataria.

Cosa NON è l’affido: facciamo chiarezza

  • L'affido NON è ADOZIONE

  • Inquadramento legislativo: La legge 184 e la sua reale applicazione

Secondo la Legge i bambini 0-6 anni devono crescere in Famiglia

  • Ogni Affido è a misura di bambino:

Tipologie di affido: Consensuale, giudiziale; residenziale, diurno (part time)

L'affido part time esiste davvero? E in quali regioni?

Il sine die questo sconosciuto(!): Ma l'Affido è veramente temporaneo?

  • Gli Affidatari: utenti o collaboratori del progetto?

Diritti e doveri



Secondo incontro:

Aggiungi un posto a tavola!

  • In tanti intorno al Tavolo dell’affido: minore, famiglia biologica, famiglia affidataria, tutore, servizi sociali, Tribunale.

Il Minore: Chi sono i minori in affido, conosciamo chi ci spaventa: adolescenti e minori con bisogni speciali;

Quel bambino che non ci saremmo mai sognati di accogliere: Aspettative tradite della famiglia affidataria: i bambini RESI

La famiglia biologica nella sua presenza assenza:

I difficili rapporti tra famiglia affidataria e famiglia biologica;

Ma tutti i minori in affido hanno una famiglia biologica da incontrare?

La famiglia affidataria: l’importanza di accogliere con consapevole legerezza;

Accogliere da single;

Una coppia omosessuale può essere una famiglia in più? Cosa dice la Legge e cosa accade nella realtà;

L’Autorità Giudiziaria e i Servizi sociali territoriali;

Dopo l'abbinamento chi rimane a sostenerti?

dr.ssa Marzia Colace, pedagogista e Giudice onorario Tribunale per i Minorenni di Catanzaro.



Terzo incontro:

Per affrontare il viaggio dell’affido non serve uno stradario! E' necessario il navigatore satellitare GPS!

La difficoltà a formarsi, l'attesa di una chiamata, i tempi si allungano.

A fine percorso il feedback dei Servizi sociali: davvero siamo tutti idonei?!

Il percorso per diventare famiglia affidataria: dr.ssa Chiara Bordoni, Referente Servizi sociali del Comune di Terni

Conclusione e confronto tra i partecipanti: riflessioni.


venerdì 4 giugno 2021

DIFFONDI UNO DEI NOSTRI APPELLI: Diventa Madrina di uno dei nostri bimbi!




ACCOGLI UNO DEI NOSTRI BAMBINI: diffondi uno dei nostri Appelli sui social, tra gli amici, nei canali di comunicazione che usi di più!

AIUTACI A TROVARGLI UNA FAMIGLIA
Per info e assegnazione dell'Appello, scrivi a percorsimama@gmail.com
GRAZIE!

 

domenica 23 maggio 2021

APPELLO ADOZIONE: SOS Coppie adottive o affidatarie disponibili all'adozione

 


APPELLO Adozione del 23.05.21


APPELLO ADOZIONE

Aperto a: coppie adottive o affidatarie disponibili all’adozione

Territorio di riferimento: tutta Italia

Per info scrivi a: karin@affidiamoci.com

o Telefona al 339/8322065



M’aMa ha ricevuto mandato dagli enti competenti di cercare una Famiglia per altri due bimbetti grandicelli: Lucio quasi maggiorenne e Chicca di 12 anni.

Entrambi sono in comunità da molti anni, entrambi sono dolci e rispettosi delle regole, entrambi adottabili e vorrebbero tanto avere finalmente una famiglia.

Lucio, prima di entrare in struttura, è vissuto nella incuria e nella più forte deprivazione: non ha ricevuto stimoli né affetto né attenzioni tanto che ha mostrato piano piano un ritardo cognitivo che oggi (anche fisicamente) lo fa essere più simile ad un adolescente. E’ molto timido, insicuro ma molto affettuoso e capace di creare legami forti con le figure di riferimento.

Chicca, anche lei con un lieve ritardo cognitivo, ha bisogno della presenza di una famiglia che se ne prenda cura. Ama la musica, il ballo e il canto. Ha molte risorse nell'ambito pratico e una buona memoria. Quest'anno inizierà la scuola secondaria di primo grado con il sostegno: ha le sue fragilità ma con molta fatica sta raggiungendo la serenità quotidiana.


Entrambi i ragazzini sono adottabili anche se il Tribunale ha dato mandato a M’aMa di cercare, in tutta Italia, non solo coppie adottive ma anche genitori affidatari disponibili ad una eventuale adozione (coppie etero e omosessuali, persone singole, purché opportunamente formati dai servizi territoriali).



Ciascun APPELLO Affido e Adozione è pubblicato nel rispetto della privacy del minore: non riporta dati anagrafici nè eventuali specifiche sulle patologie presenti.

Precisiamo che AFFIDIamoci (progetto di M’aMa-Dalla Parte dei Bambini), nel divulgare gli Appelli Affido e Adozione, è solo un tramite tra famiglia accogliente e i Servizi sociali che si occupano del minore. Pertanto l’eventuale abbinamento sarà deciso solo da questi ultimi.


venerdì 21 maggio 2021

Venerdì 11 Giugno 2021: WEBINAR M'AMA SULL' AFFIDO DI PRONTA ACCOGLIENZA



 Webinar GRATUITO 

PontePonentePontePì

11 giugno 2021 dalle 15:00 alle 17:00

su piattaforma MEET

PRESENTAZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO SULL’AFFIDO DI PRONTA ACCOGLIENZA PER I "PICCOLISSIMI"

Tra accudimento e imprescindibile diritto



Rivolto a: Assistenti sociali, educatori, psicologi, avvocati, studenti e operatori impegnati in servizi che si occupano di minori e famiglie.



L’associazione M’aMa-Dalla Parte dei Bambini, Venerdi 11 Giugno, presenta online il percorso PontePonentePontePì organizzato da Settembre 2021 a Giugno 2022 solo per gli operatori del settore.

Il Progetto PontePonentepontePì nasce nel 2019, a Firenze, con il supporto del Tribunale per i Minorenni e dei Servizi sociali del territorio, prima come corso in presenza poi fruibile online, per concludersi con un convegno rivolto agli operatori ed alle famiglie, nel febbraio 2020 a Viareggio.

A settembre 2021 riparte in Calabria grazie al prezioso contributo dei referenti M'aMa Calabria e di alcuni dei massimi esponenti del settore, esperti nella tutela dei diritti dei minori.

L’obiettivo è fornire ai partecipanti gli strumenti per una progettazione idonea e condivisibile da tutti gli interlocutori dell'affido temporaneo (durata: sei mesi/un anno) di un "piccolissimo" (0/3 anni).

PREVISTI CREDITI FORMATIVI PER ASSISTENTI SOCIALI



Per info e iscrizione (obbligatoria): mamacalabria@gmail.com





venerdì 14 maggio 2021

Venerdi 28 Maggio ore 18.30: CONVOCAZIONE STRAORDINARIA MAMMEMATTE

 


VENERDI’ 28 MAGGIO 2021 ore 18.30

CONVOCAZIONE STRAORDINARIA DI TUTTE LE MAMMEMATTE!!!


Tutte le MammeMatte sono convocate urgentemente, su piattaforma Zoom, Venerdì 28 Maggio alle 18.30 per...chè ci va di stare insieme, di fare due chiacchiere tra noi e, sempre con consapevole leggerezza, parlare di cose serie.


Obbligatorio presentarsi in video muniti di calice di vino (chi è astemio...finga!) e stuzzichini.

Graditi congiunti soprattutto se minori::))

Non è necessario l’abito scuro.


Non mancate, ci sarà una sorpresa!!!!!


Per il ricevere il link di invito scrivere una email a percorsimama@gmail.com con oggetto: CONVOCAZIONE STRAORDINARIA


Allora è fatta: ci vediamo Venerdi:) Vi aspettiamo!

Le MammeMatte


martedì 11 maggio 2021

Storie di amore e bambini: "Ho smesso di essere arrabbiata con mia mamma di pancia"

 


Grazie a E. e alla sua testimonianza possiamo fare gli Auguri per la Festa della Mamma a tutte le mamme che lo sono state per poco, compiendo una scelta faticosa, dolorosa e spesso protettiva nei confronti del proprio bimbo.


Questa è la mia prima foto post parto, perché pubblicarla? Per spiegare come e quando ho smesso di essere arrabbiata con mia mamma “di pancia”.

Sapete per tutta la vita non ho fatto altro che cercare di capire come mai quella donna, che mi aveva tenuto nella pancia per ben 9 mesi della mia vita, mi avesse lasciato sola in un ospedale. Era terribile accettare il fatto che potesse aver fatto questa scelta senza pensarci troppo, o almeno io credevo così.

Ma dopo aver partorito è cambiato tutto.

Vedete non ho potuto che smettere di provare rabbia, quel sentimento si è trasformato in tenerezza e compassione. Perchè quando partorisci te lo senti ovunque dalla punta dei capelli alle dita dei piedi, te lo senti nelle viscere più profonde del corpo. Quando partorisci ti sembra di essere andata a sbattere a 300 km/h contro un muro fatto della pietra più resistente. E te lo senti non solo per la fatica fisica, ma anche e soprattutto per quella emotiva. Ti svuoti di un esserino, che per mesi è stato un unico sistema simbiotico con te. Stai dando al mondo la cosa più preziosa che sai di aver fatto e devi farlo a tutti i costi, non puoi decidere il contrario.

Ecco dopo aver partorito ho pensato alla devastazione fisica ed interiore che potesse avere ‘quella donna’ che non solo aveva da sopportare il colpo a 300 km/h contro il muro, ma anche la consapevolezza di aver dato al mondo qualcuno che ha scelto di non vedere mai più.

E, per quanti anni l’avessi creduto, ora sono certa che non si possa essere dimenticata tanto facilmente di quel parto. Perchè non te lo dimentichi mai, ti rimane sulla pelle, nelle cicatrici, nelle smagliature, nei chili in più, nell’incontinenza urinaria, nel sangue che scende incontrollabile per 40 e oltre giorni dopo il parto.

Ecco perché ho smesso di essere arrabbiata, perché io nonostante abbia dovuto sopportare questa grandissima fatica potevo fare un respiro di sollievo guardando negli occhi la creaturina che avevo in braccio. Lei no, lei doveva sopportare quell’impatto nella solitudine e nella consapevolezza di aver lasciato al mondo qualcosa di suo.

Non ho potuto che abbracciarla con il pensiero”.